05/10/09

Orme

"Socrate. Per me, Fedro mio, io sono un amante di questo processo di decomposizione e ricomposizione, che mi mette in grado di parlare e di pensare. E se c'è alcuno ch'io creda capace di veder le cose quali sono nella loro unità e nella loro molteplicità, lo seguo, sì come d'un nume sull'orme di lui camminando."

(Platone, Fedro)

1 commento:

dautretemp ha detto...

interessanti argomenti!!!!